Le domande degli iscritti

Le domande degli iscritti

Riscatto del servizio militare
Sono titolare di pensione anticipata in Cumulo di Periodi Assicurativi con decorrenza 01-10-2017, vorrei sapere se è possibile riscattare gratuitamente per il cumulo pensionistico l’anno del servizio militare (per me svoltosi dall’aprile 1979 ad aprile 1980). Nel caso vi fosse la possibilità, vorrei sapere come procedere per la richiesta.

Un pensionato

La domanda di riscatto del periodo di servizio militare può essere presentata fino alla presentazione della domanda di pensione di inabilità o indiretta, fino al compimento dell’età pensionabile ordinaria per i titolari di pensione di invalidità e almeno centottanta giorni prima della data di presentazione della domanda per gli altri tipi di pensione. Una sua eventuale domanda di riscatto non potrà essere accolta in quanto, ai sensi del vigente Regolamento Riscatti, i pensionati non possono esercitare la facoltà di riscatto.

Pensione di anzianità in totalizzazione
Ho presentato il 4 aprile 2018, tramite patronato, la richiesta di pensione di Anzianità in Totalizzazione sulla base dei seguenti parametri lavorativi: età 66 anni, anzianità Inps 12 anni e 308 giorni, anzianità Inarcassa 31 anni e 266 giorni; totale anzianità 44 anni e 209 giorni. Ho richiesto agli uffici di Inarcassa la simulazione del calcolo della pensione ma nella risposta mi viene indicato l’importo presunto, non viene espressa la data di raggiungimento del requisito e conseguente maturazione. Mi sarebbe utile avere lo schema esplicito e completo con tutti i passaggi di calcolo, nonché tutti i parametri e coefficienti di riferimento applicati per la definizione della mia pensione; questo al fine di avere contezza e consapevolezza e per poter prefigurare a mia volta la data d’uscita nel momento per me più propizio.

Un iscritto

Riguardo la pensione di anzianità, Le ricordo che l’erogazione del trattamento di anzianità è subordinata alla cancellazione dall’Albo professionale, ad oggi ancora non avvenuta. Una volta raggiunti i requisiti relativi all’anzianità previdenziale richiesta (i dati contributivi Inarcassa vengono integrati di concerto con l’INPS) e superata la finestra di accesso, la sua pensione decorrerà dal mese successivo alla cancellazione dall’Albo.

 

Ricongiunzione e pensione di vecchiaia anticipata
Ho presentato la domanda di ricongiunzione presso Inarcassa e, per poter ipotizzare la possibilità di accedere alla pensione di vecchiaia anticipata, mi occorre conoscere la definizione dell’importo risultante disponendo dei dati certificativi INPS? Devo chiederli io?

 Un iscritto

A seguito della sua domanda di ricongiunzione la gestione previdenziale presso cui sono accreditati i contributi versati in suo favore fornirà a Inarcassa i dati relativi agli effettivi contributi versati e tutti gli elementi utili alla determinazione dell’onere e del rendimento pensionistico. Solo a ricezione dei suddetti dati gli uffici Inarcassa potranno effettuare la simulazione della sua pensione nell’ipotesi del perfezionamento della ricongiunzione. Al riguardo preciso che, in caso di accettazione di ricongiunzione contributiva non onerosa, l’anzianità contributiva si intenderà acquisita solo a seguito del trasferimento del montante contributivo da parte dell’altro ente previdenziale a Inarcassa, con effetto dal primo giorno del mese successivo alla data in cui verranno accreditate le somme oggetto di trasferimento. In caso di ricongiunzione retributiva non onerosa l’anzianità contributiva sarà acquistata dopo l’accettazione della proposta mentre, in caso di ricongiunzione retributiva onerosa, l’anzianità contributiva sarà acquistata solo dopo il pagamento dell’intero onere o delle prime tre rate in caso di pagamento rateale del piano di ricongiunzione. Infine, nel caso di pensionamento in corso di rateizzazione, l’intero debito residuo dovrà essere saldato prima della domanda di pensione.

 

print