Rivista on line, un’opportunità tutta da scoprire

Rivista on line, un’opportunità tutta da scoprire

Finalmente abbiamo una testata on line. Si tratta a buon diritto di una piccola rivoluzione, che consentirà alla nostra rivista, nata più di 50 anni fa, di aprire le porte alle infinite possibilità offerte dalla multimedialità della rete. Abbiamo scelto di rimanere fedeli in tutti gli aspetti all’edizione cartacea, ma soprattutto fedeli alla filosofia della rivista nel diffondere la cultura previdenziale utilizzando – finalmente – gli strumenti adeguati.

“Inarcassa welfare e professione” on line è un sito responsive che si adatta a qualunque piattaforma digitale di visualizzazione: il computer, il tablet, lo smartphone. Ha una più vasta fruibilità, a cominciare dalle funzioni di ricerca ipertestuale e per argomento, su tutti i numeri pubblicati. Funzioni importanti e utili per poter ritrovare articoli o filoni in materia previdenziale, assistenziale e professionale che possono aiutare l’iscritto a orientarsi, anche per gestire al meglio la propria posizione e per fare le scelte giuste sulla pensione.

L’edizione on line riproduce interamente i contenuti del cartaceo, ma il suo atout più importante sta nella possibilità di condivisione su tutte le piattaforme disponibili di social network e di comunicazione. Un nuovo modo per aprire gli orizzonti, ampliare la rete dei contatti, rafforzare la qualità dei rapporti con i nostri lettori, puntando soprattutto ai più giovani.

La coerenza con l’identità della testata è apprezzabile anche nella grafica, con la barra laterale degli strilli, in colore “rosso Inarcassa”, già anticipata nella versione cartacea da quando questa nuova direzione ha preso in mano le redini dell’intero progetto editoriale. Naturalmente cambia la funzione, a seconda del diverso mezzo: in copertina, nella barra laterale troviamo i titoli principali del numero, che invece, nella rivista on line, trovano posto sulla homepage nello ‘slider’, cioè la fascia orizzontale a scorrimento automatico, con i titoli che scivolano via uno dopo l’altro, su altrettante foto del “fil rouge”.

Il “fil rouge” infatti, rappresenta uno dei punti di forza dell’edizione telematica che abbiamo voluto valorizzare, alimentando una ricchissima gallery fotografica, preziosa per ingegneri e architetti, che ora potrà essere molto più ampia, superando le limitazioni del cartaceo.

Sempre in evidenza sulla homepage, abbiamo voluto inserire uno spazio dedicato ai video realizzati per diverse occasioni: in questo numero, n. 3/2017, è proprio il Presidente Santoro che ci spiega le ragioni di questo ulteriore passo in avanti nella strategia di comunicazione di Inarcassa.

Nel numero precedente (il n. 2/2017) gli utenti on line troveranno invece il video di presentazione dei vincitori del Concorso “Inarcassa premia le idee” che apre il canale Youtube dedicato all’evento, con molti filmati, gli interventi del ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, del sen. Massimo Mucchetti, presidente della X Commissione Industria del Senato, dei presidenti dei Consigli Nazionali degli Architetti e degli Ingegneri, del giornalista Giampaolo Pansa.

Sotto i titoli principali, la rivista on line mette ordinatamente in evidenza gli altri articoli del numero, con un richiamo grafico, appositamente ideato, che individua i diversi ambiti che caratterizzano la rivista: Previdenza, Assistenza, Professione, Terza Pagina e naturalmente l’editoriale del Presidente.

Chiude la homepage l’immancabile vignetta di Evasio e, per i nostalgici del vecchio flipbook, la copia sfogliabile della rivista in PDF. Tutti i numeri in questo formato sono inoltre comunque disponibili nella curatissima sezione Archivio che, oltre alle ultime pubblicazioni già on line, ripercorre la storia di Inarcassa dal 2008.

Presentata al Consiglio d’amministrazione a fine luglio, la rivista online ha registrato ampio apprezzamento per i risultati raggiunti grazie a un lavoro di squadra che ha coinvolto, oltre al Comitato di redazione, grafici, programmatori, impaginatori e creativi, cui rivolgo il mio più caloroso ringraziamento.

Non resta che invitare i lettori a consultare la nuova edizione online su rivista.inarcassa.it. Siamo certi che lo faranno i più giovani, che hanno familiarità con smartphone e tablet e con la lettura on line. Ma anche i meno giovani potrebbero essere sorpresi da un nuovo modo di leggere e informarsi attraverso strumenti sempre più efficaci, utili e soprattutto economici.


LINK UTILI:

 

print